Danilo Petrucci: svela un progetto che lo trasforma in maschio Alpha!

Potrebbe essere il titolo di un articoletto acchiappaclick che sfrutta l’onda del buzz di Petrucci, fresco vincitore ad Austin nel MotoAmerica, invece no.
E’ una vera chicca per appassionati e in realtà ha origine già da sabato.


In una delle mie chiacchierate notturne con Danilo, è emersa una cosa che farà impazzire di gioia e stima anche i suoi più accaniti detrattori.
Parlando del più e del meno e saltando fuori il discorso della King of the Baggers, il ternano notturno si è espresso con due parole pesanti: voglio farla!

Ok. Adesso non resta che adoperarsi affinché questa cosa succeda veramente. Che non gli venga in mente di tirarsi indietro!

King of Baggers
Si tratta di un campionato assurdo inserito all’interno del palinsesto racing del MotoAmerica in cui bicilindriche Cruiser gareggiano con borse e cupolone ma con scarichi aperti e kit performance che le portano a circa 2200cc con oltre 130cv, sospensioni Ohlins e freni Brembo da 300. Pur alleggerite degli accessori di base e della strumentazione, i mastodonti arrivano a pesare comunque anche 300kg.
Il campionato, prodotto da Harley Davidson e Indian, pur soltanto al secondo anno, è già una tradizione per gli americani, abituati a mettere in gara qualsiasi mezzo abbia un motore, creando un giro di denaro legato a special parts, kit preparazione e merchandising che non ha pari.
Le date per il 2022 sono 6, su piste dove si fa fatica anche ad immaginare che questi aggeggi possano curvare. Kyle Wyman difenderà il suo titolo ma in queste gare sono stati visti anche nomi illustri come Ben Bostrom, con un’attenzione mediatica che ha stupito gli stessi organizzatori.
E quindi vuol dire che bisogna scrollarsi di dosso i preconcetti e aprirsi a tutto il motociclismo possibile.

2021 Harley-Davidson King of the Baggers Road Glide Special race bike right side profile

Articoli consigliati

No comment yet, add your voice below!


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.