Superbike, Navarra, gara1: fra la noia e le buche vince Redding su Rea e Ratzgaglioglu!

Redding Navarra

Nella pista definita come la più brutta del mondiale (Magny Cours è una combo a parte ma non ha queste buche), va in scena un round Superbike senza la Supersport 300.
La gara è soporifera, a dir poco. Vince Redding e Rea tampona l’emorragia di punti, chiudendo davanti a Ratzgatlioglu.
Il resto non esiste perché o è tutto uguale, o conta poco.
Da salvare la prestazione di Locatelli. Da segnalare la sedazione di Gerloff e Rinaldi, che invece sembravano essere i prospect più promettendi del campionato. L’americano è l’ombra di se stesso dopo il cazziatone seguito all’incidente con Ratzgatlioglu (gli hanno assegnato anche uno psicologo), mentre Redding sembra avere quasi paura del rosso che indossa.
Davvero a Navarra, almeno per quanto riguarda Gara1, non c’è nulla da rilevare.

Minicronaca
Al via Redding passa in testa e resiste 5 curve. Poi sbaglia, lascia passare Rea e rischia anche di stendersi sul cordolo per rimediare.
Bene Locatelli e Razgatlioglu, che precede Lowes, Sykes, Mahias e Davies.
Con Redding ripassato in testa, a meno 14 dal termine, vola out Bautista mentre Rinaldi, a malapena in top ten, è l’ombra di inizio stagione.
Lui e Gerloff sono in calo e l’americano sembra irriconoscibile, quasi castrato elettronicamente.
In gara, succede poco o niente.
L’ultimo giro vede Redding davanti a Rea, Razgatlioglu, Locatelli, Lowes, Sykes, Van der Mark, Bassani, Gerloff e Rinaldi a chiudere i 10.

Pagelline

Redding
Risveglio tardivo. Dà l’addio alla Ducati e va in una BMW con cui questi risultati non li otterrà mai.
Oggi però, vince lui.
Voto 10

Rea
Il secondo posto sa di sconfitta ma solo a metà, dato che il britannico allunga su Razgatlioglu, suo unico avversario per il campionato. Rea ha capito che sulle piste rischiose, devono rischiare gli altri.
Voto 9,5

Razgatlioglu
Non è della partita. Semplice. Però è lì a limitare i danni.
I campionati si vincono (o ci si prova) anche così.
Voto 9

Locatelli
E’ il rookie più in forma. Non si discute.
La moto e la squadra, lo aiutano.
Voto 8,5

Lowes
La seconda Kawasaki è sempre abbastanza lontana dalla prima
E’ un classico. Non vedremo mai Lowes davanti a Rea.
Voto 7,5

Sykes
In partenza anche lui dal team ufficiale… eppure se BMW ottiene qualcosa, è grazie all’ex campione del mondo, che almeno in qualifica fa vedere belle cose. Contenti loro…
Voto 7,5

Van der Mark
Un’altra gara anonima da parte del pilota che è ritenuto il futuro di BMW. Rimaniamo ad aspettare.
Voto 7,5

Bassani
Lotta e sta davanti anche alla Ducati ufficiale di Rinaldi e a quella semiufficiale di Davies. Sorvegliato speciale.
Voto 8

Gerloff
Non per essere complottisti, ma appare castrato dai cazziatoni post incidente con Raztgatlioglu. Dotato di psicologo, appare sedato.
Qualche sospettoso potrebbe pensare anche ad una centralina “smussata”.
Voto 7

Rinaldi
In fase down, con prestazioni in crollo, ecco Rinaldi, che sembra vivere l’ufficialità più come una pressione che come un premio.
Voto 6

 

Articoli consigliati

No comment yet, add your voice below!


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.