Ducati Pramac e Prima Assicurazioni: partenza al Mugello e… caccia al pilota Italiano. Ecco come potrebbe essere la moto!

E’ stata data l’anticipazione ieri sulla pagina Facebook Misterhelmet Magazine ma adesso possiamo dire che la collaborazione fra Pramac e Prima, tech company che opera come agenzia assicurativa specializzata nella vendita di polizze auto, moto, furgoni, casa, famiglia e infortuni, è cosa fatta e il week end del Mugello vedrà il kick off ufficiale e l’inizio dell’avventura.
La società col marchio Prima distribuisce in Italia, sia attraverso il proprio sito che attraverso una rete di broker e agenti, le polizze delle compagnie Great Lakes Insurance (gruppo Munich RE), iptiQ (Swiss RE) e  Wakam (ex La Parisienne). I dipendenti di Prima Assicurazioni sono oltre 500, distribuiti tra le sedi di Milano e Roma.


                   

Per quanto riguarda il rapporto con Pramac, si tratta di una sponsorizzazione che inizia subito, si concluderà alla fine del 2024 e riguarderà moto, team, box, hospitality e merchandising, oltre a tutte le attività collaterali di marketing, come già avvenuto nella sponsorizzazione della Fiorentina Calcio in Serie A.
Prima è attualmente sponsor personale di Jorge Lorenzo nella Porsche Carrera Cup Italia.


Si parla (voci da confermare) di un contributo di circa 10 milioni di euro
, una cifra davvero importante che rende Prima uno degli sponsor chiave del Motomondiale e trasforma Pramac, se ce ne fosse bisogno, in un team in grado di dare del tu alle squadre factory del campionato.

Quello che interessa ai tifosi, però, è che è quasi certo che il nuovo sponsor vorrà almeno un pilota tricolore. E’ chiaro che Bastianini è in cima alla lista dei desideri e che lo status di Team Officially Supported che già da anni Pramac ricopre in ambito Ducati, potrebbe facilitare le cose.
In realtà da ora più che mai, Pramac diventa appetibile per qualunque factory e quindi, anche da questo punto di vista, per quanto un abbandono di Ducati sia improbabile, potrebbe essere tutto aperto.

Tornando al tema piloti, le voci che vedrebbero un Martin in cattivo stato di salute sostituito da Petrucci fino a che non si rimette in sesto, rimangono pura fantascienza ma, con la presenza di un title sponsor di casa nostra, almeno trovano un minimo di senso logico per quanto i rumors in oggetto siano partiti dal nulla.
Per quanto riguarda lo scenario generale, invece, in un mondo che ultimamente fa tanta fatica a livello di credibilità e ricerca delle risorse, la mossa di Campinoti, patron del team Pramac, è da scacco matto.

Ipotesi di grafica fatta realizzare a Decal Spotter

Articoli consigliati

No comment yet, add your voice below!


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.