Yamaha Petronas, rumors: Razali infuriato per la “gestione” Morbidelli!

Morbidelli

La notizia è recente anche se non è certo una novità. Franco Morbidelli, salvo decisioni dell’ultim’ora, non tornerà prima di Misano, il che vuol dire altre quattro gare out.
La notizia è frutto di un comunicato di Yamaha Petronas, che ha dichiarato di voler Morbidelli solo ed esclusivamente in condizioni di perfect fit, per non rischiare pilota e moto.
La verità è che in Petronas non stanno vivendo bene il 2021.
Rossi è decisamente sotto le aspettative e, almeno apparentemente, sta tenendo la squadra in scacco in merito al suo ritiro. Morbidelli è il vice campione del mondo ma sta arrancando tanto quanto il suo mentore, con l’aggravante di essersi anche lamentato per la moto (mai successo da parte di Morbidelli) e l’ulteriore tegola dell’infortunio.
Quello che è recente sono le voci. Rumors non troppo benevoli dicono che in VR46 ci stiano un po’ marciando. L’infortunio è assolutamente reale e si è visto nel cambio moto in cui Franco è letteralmente incespicato tirando giù tutto ma il successivo infortunio in allenamento è sembrato una vera leggerezza al limite del sospetto. Quale preparatore si è dimenticato di tutelare un atleta a cui aveva già ceduto il ginocchio? Tanto più che già in Qatar, nella bolla, Franco era stato visto correre sul tapis roulant, l’ultima cosa che chi è infortunato al ginocchio dovrebbe fare, soprattutto perché ci sono tante modalità di allenamento cardio che non mettono a rischio la gamba, da poter praticare.
Insomma in VR46 avrebbero deciso per l’operazione, sia perché tanto la stagione non è di quelle che si possono salvare,sia par lanciare un messaggio.

Incastrando i tasselli, la tensione fra Rossi, Petronas e VR46 avrebbe portato all’operazione e l’operazione avrebbe causato un irrigidimento di Razali. Il tutto con l’aggiunta del neonato team VR46 per il quale lo sponsor (se esiste) vorrebbe un Valentino che invece non vuole correre e per il quale si deve cercare qualcosa di meglio di Marini e Bezzecchi. In Petronas temono che Valentino Rossi voglia portarsi via Morbidelli e che comunque la stessa cosa potrebbe farla Yamaha factory trasferendolo in blu ufficiale. Da qui il problema opportunità degli asiatici: mettere sulla moto qualcuno che possa veramente dire chi è il problema nel pacchetto. Con Gerloff impegnato in Superbike, il destinatario naturale sarebbe Crutchlow, che però fa il tester di moto da sviluppare e non il pilota di Yamaha vecchie di due anni (sue parole testuali). Ma Razali si toglierà ben presto il suo di sassolino dalla scarpa, annunciando ben prima del ritorno di Morbidelli, la sua lineup per il 2022.
Chi salirà sulla Yamaha Petronas, non è importante. L’importante è capire come si è arrivati a tutto questo, ossia a indisporre in questo modo un manager come Razali, che vive, dopo il sogno 2020, un incubo sportivo e gestionale da cui non riesce a venir fuori.

Articoli consigliati

No comment yet, add your voice below!


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.