Superbike, Navarra: Gara 2 a Razgatlioglu davanti a Redding. Rea ancora battuto!

Razgatlioglu

Razgaglioglu vince su Redding e Rea e va in testa al mondiale a pari punti con il nord irlandese e davanti al britannico della Ducati che sembra più galvanizzato che rammaricato del licenziamento.
Gara2, ma anche il resto del week end di Navarra, potrebbe essere sintetizzata così.
Redding fa più punti di tutti, Rea mette una pezza alla sua inferiorità in almeno due gare su tre, mettendosi dietro il turco.
Il resto della griglia è fatto di comprimari che non attirano nemmeno l’attenzione. Locatelli è l’eccezione con i suoi tre quarti posti, ma il resto è davvero lontano.
Qualcuno si chiederà cosa penseranno in Ducati del fatto che hanno licenziato uno che il giorno dopo è rientrato in lotta per il mondiale per ri assumere uno che invece continua a cadere come nell’ultima parte del mondiale con la rossa nel 2019 mentre invece tengono un Rinaldi che sembra in disarmo totale.
Qualcun altro si chiederà se non era meglio il Gerloff un po’ gaglioffo, pasticcione ma veloce, invece che questo Gerloff sedato che guida come appena uscito da un fast food.
Non c’è niente di peggio che uccidere un talento per non averlo riconosciuto, scambiando la verve con la pericolosità e l’energia con la pericolosità. Nessun purosangue nasce domato. Ma non è un problema di chi scrive.
I dieci all’arrivo chiariscono chi conta in Superbike ma non ci siano illusioni. Navarra, le sue curve striminzite, e le sue buche, sono un discorso a parte e rischiano di non rappresentare molto di più che un singolo week end fuori binario.

Razgatlioglu, Redding, Rea, Locatelli, Sykes, Lowes, Rinaldi, Van Der Mark, Bautista, Bassani a chiudere i dieci.

Razgatlioglu
Vince,finalmente, di prepotenza. E quando si toglie il casco sembra abbia fatto solo il warmup. In una giornata come questa, spiega molte cose.
Voto 10

Redding
Il britannico è il più appuntito e fa fare strani pensieri.
La gara di oggi è questi perfetta e il week end è il migliore della stagione.
Voto 9

Rea
Non ne ha a sufficienza e non fa fatica ad ammetterlo.
Ma ormai è chiaro che sta solo aspettando piste più congeniali.
Voto 8

Locatelli
Il miglior rookie del campionato dal punto di vista dei risultati.
Nessuno meglio di lui… anche fra molti big, ammesso che ne sia rimasto qualcuno.
Voto 8,5

Sykes
La miglior BMW in pista la guida ancora una volta uno che sta andando via. Sembra una cosa fatta apposta.
Voto 8

Lowes
Per far contenti tutti quelli che hanno capito questa cosa, Lowes sta ben lontano dal suo compagno di squadra, Rea. Tanto per far capire chi tiene davanti la Kawasaki.
Voto 7

Rinaldi
Non è chiaro se gli hanno detto bravo troppe volte o troppo poche.
Il ragazzo sembra non capire quello che succede. Per lo meno non come a inizio stagione. E nemmeno come quando correva con Go Eleven dove dovrebbe, queste le voci, tornare presto.
Voto 5,5

Van der Mark
L’Olandese volante è un ricordo. Con BMW proprio non c’è intesa.
Voto 5

Bautista
Alvaro è felice perché sulla Ducati non dovrà più togliersi i sassolini dalla tuta. Chissà però se ci salirà davvero. E chissà se sarà il Bautista vincente o quello che adesso fa tanta fatica.
Voto 5

Bassani
L’altro miglior rookie, ha una moto meno facile e meno vicina alle ufficiali di quella a disposizione dei suoi colleghi. Ma è un orologio svizzero che martella decimi posti come fosse la cosa più naturale del mondo. Da lui ci aspettiamo di più. Con pazienza saremo soddisfatti.
Voto 7

Articoli consigliati

No comment yet, add your voice below!


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.