MotoGP, Stiria Thriller: Vince il rookie Martin su Ducati Pramac davanti a Mir e Quartararo. Marquez soffre e il resto è noia

Martin Stria

La Moto Gp in Stiria regala emozioni nuove.
Un rookie che vince lqa sua prima gara su una Ducati Pramac a sua volta alla prima vittoria, Casa Ducati  che è sempre più vicina alla convinzione di aver mal distribuito i piloti, e un Marc Marquez che si conferma in crisi. Il resto è davvero molto diluito con l’eccezione della crescita di Suzuki e del crollo definitivo di VInales. Non c’è molto altro… davvero, se non la gioia di godersi quella che sembra di essere la promessa del futuro.
Ah prima dei titoli di coda: Pedrosa è ancora un pilota che raccoglie meno di quanto meriterebbe. Da quel punto di vista non è cambiato niente.

Minicronaca.
Al via comanda Bagnaia seguito da Martin con Marque inquieto che però sbaglia molto e deve cedere al Quartararo, Mir, e Vinales dopo aver puntato alla terza piazza.
Ma la gara è interrotta subito per red flag: coinvolti in un crash con incendio, Savadori e Pedrosa.

La gara riprende con Miller, Martin e Mir a giocarsi la leadership e lo spagnolo ad avere la meglio sull’australiano.
Il rookie va via seguito da Mir mentre Miller deve cedere a Quartararo mentre è anche in difficoltà con Zarco fino a che fa out nella ghiaia. Non succede più nulla. Martin il rookie la vince comoda.
Martin, Mir, Quartararo, Binder, Nakagami, Zarco, Rins, Marquez, Bagnaia, Alex Marquez, Pedrosa, fino a che Bagnaia viene penalizzato e finisce fuori dai dieci.
Non è che Ducati ha sbagliato a mischiare i piloti?

Pagelline

Martin
Inarrivabile già dal sabato. E’ veramente un rookie atipico.
Quello che agli altri non riesce dopo anni, a lui riesce dopo poche gare, infortunio incluso.
Voto 10

Mir
Il campione del mondo è sincero: dice che la Suzuki è migliorata e lo dimostra. Più coerente di così.
Voto 9,5

Quartararo
Contento come una Pasqua, il francese sa che qui deve arginare lo strapotere altrui. Ci prova fin che può, poi capisce.
Voto 9

Binder
Gara di casa per il suo team, si vede che qui è a suo agio. Potrebbe aspirare anche al podio, ma va bene anche così.
Voto 8

Nakagami
In silenzio martella già dal venerdì. Uno dei rider più sottovalutati dell’intero campionato.
Voto 8,5

Zarco
Sembra poter fare di più e fa pensare addirittura al podio ma alla fine molla. Seconda miglior Ducati, comunque.
Voto 8

Rins
Anche oggi perde il confronto interno con Mir. OK, rimane in piedi ma è davvero lontano da quello che vorrebbe raggiungere.
Voto 6,5

Marquez
Prima della red flag è davvero appuntito, poi si ridimensiona.
Lontano dai fasti che furono.
Voto 6,5

Alex Marquez
Quasi meglio del fratello. Sa quel che vuole e soprattutto quello che può fare. Non sbaglia.
Voto 7

Pedrosa
Per essere un ritorno dopo così tanto tempo, per essere che prima della red flag fa un botto da film, lo spagnolino va anche troppo bene. Top ten è tanta roba.
Voto 7,5

 

Articoli consigliati

No comment yet, add your voice below!


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.