Caschi
« back     Data di pubblicazione: 2007-05-16 17:47:06 Stampa questa scheda |
TR1
 
Airoh
Azienda:
Airoh
 
Modello:
TR1
 
Tipologia:
jet
 
Prezzo:
234,00€
 
 
 
 
 
 
 
 

Il marchio Airoh, proprietà dell'azienda bergamasca Locatelli, ha presento il modello TR1 sottolineando l'elevata modularità di questo prodotto, trasformabile da integrale a jet in pochi secondi. Originalissime la linea di tipo aeronautico e la doppia visiera (esterna trasparente omologata e una interna proteggi sole).
Assolutamente incuriositi dalla possibilità di aver finalmente trovato un casco veramente tuttofare e multipurpose ci siamo avvicinati a questo prodotto con entusiasmo e lo abbiamo testato.
Non soddisfatti della performance e della nostra analisi, il TR1 è stato utilizzato per un viaggio di oltre tremila chilometri attraverso buona parte della nostra penisola. Niente di meglio di un viaggio dal veneto alla calda Sicilia avrebbe potuto chiarire i nostri dubbi.
Ecco quello che è scaturito in seguito alla nostra valutazione.

La linea del TR1 è molto personale, sia in versione integrale che jet. L'elevata modulabilità è sicuramente la peculiarità di questo prodotto che si propone come soluzione al classico problema del turista: porto via l'integrale o il jet?
La promessa del costruttore è mantenuta: in pochi secondi l'integrale diventa...jet: la mentoniera è velocemente asportabile senza l'utilizzo di attrezzi grazie ai due pratici pulsanti di sgancio laterali. Due tappi in materiale plastico chiudono le aperture lasciate libere dalla mentoniera...soluzione questa che non ci piace affatto, considerato che all'ennesimo smontaggio la qualità dell'assemblaggio delle parti inizia a risentirne.
E' doveroso sottolineare che la funzione principale della mentoniera è di sola protezione agli agenti atmosferici, in quanto il TR1 è omologato secondo la ECE 22/05 come casco aperto (Jet). Apriamo una piccola parentesi ricordando che l'ultima lettera posta sul numero di omologazione del casco, solitamente cucito sul cinturino, identifica il tipo di protezione mascellare (J=senza protezione, P=mentoniera prottettiva e NP= mentoniera non protettiva).

Altra particolarità di questo casco modulare è la doppia visiera. La prima, quella esterna, è in lexan trasparente da 2,2mm regolabile in tre posizioni ed omologata ECE 22/05. La seconda, particolarità sempre più diffusa nei caschi touring, è uno schermo parasole a scomparsa regolabile tramite una leva esterna, pratica da azionare a mani nude, un po' meno con i guanti. La visiera presenta una distanza dagli occhi che purtroppo non è adatta a tutti i piloti: soprattutto la ridotta altezza dell'aletta parasole causa una fastidiosa suddivisone del campo visivo in due parti: quella superiore scura e quella inferiore chiara. Nelle lunghe percorrenze questa condizione causa un disagio che costringe a fermarsi e ad ambientarsi alle nuove condizioni di luce una volta tolto il casco.
La calotta in materiale termoplastico è di discreta fattura, purtroppo l'accoppiamento con la mentoniera genera qualche fastidioso scricchiolio (è sufficiente prendere il casco fra le due mani e comprimerlo leggermente).
Altri aspetti negativi emersi durante il test sono la rumorosità elevata (anche in configurazione integrale) e il non perfetto accoppiamento fra visiera e mentoniera.
Queste mancanze, unite all'elevato numero di elementi e alla modularità del casco, presentano alla fine un prodotto che vive in un controsenso marcato: si presenta come touring ma mette a dura prova il pilota nelle lunghe percorrenze.

Veniamo ora alla verniciatura: quello verniciato di bianco, è caratterizzato da una fascia centrale disponibile nei seguenti colori: blu, giallo, arancio, rosso e antracite. La mentoniera è disponibile nelle colorazioni nero matt, argento matt, bianco/blu, bianco/giallo, bianco/arancio, bianco/antracite, bianco/rosso e cromato. Da ottobre '06 è disponibile la nuova grafica "Italia" caratterizzata dalla fascia centrale tricolore.
Aldilà delle colorazioni, tutte gradevoli e di effetto, dobbiamo presentare un'altra nota negativa: purtroppo a seguito dei 3000 km effettuati la verniciatura dell'esemplare in nostro possesso risulta un po' sbiadita. Il sole della Sicilia scalda, d'accordo, ma dopo così poco tempo ci sembra un deterioramento eccessivo.

Gli interni facilmente estraibili e lavabili (cuffia fissata con velcro e guanciali con bottoni) sono in materiale Coolmax®, il tessuto ad alta traspirabilità che mantiene fresca ed asciutta la testa assorbendo il sudore e facendolo evaporare velocemente. Il tessuto è inoltre dotato del trattamento igenizzante Sanitized® (trattamento batteriostatico e fungostatico che impedisce lo sviluppo dei batteri). Il confort risultante dalla scelta dei materiali interni è buono nonostante su questo incida il peso del casco che non è tra i più bassi della categoria (1375 gr).
La chiusura del cinturino è affidata ad un meccanismo a sgancio rapido con regolazione micrometrica di facile utilizzo e munito di protezione anti sfregamento. Buona la ventilazione assicurata dalle numerose prese d'aria (superiori regolabili) e dagli estrattori posteriori oltre a, perdonateci il sarcasmo,a qualche spiffero optional.
Per chi volesse personalizzare il proprio TR1 sono disponibili a catalogo diverse colorazioni per la visiera esterna (trasparente, fumè, fumeè 50%, argento specchio, bianco trasparente e tetrared rossa) e per quella interna parasole (fumè, argento specchio e tetrared rossa). Ricordiamo però che con una visiera esterna scura diventa inutilizzabile quella interna, a meno di non voler guidare nel buio totale. Oltre alle mentoniere in diverse colorazioni, sono disponibili come ricambio tutte le componenti del casco (tappi, viti, coperchi visiera, interni, prese aria ed estrattori).

Disponibile in varie misure dalla XS (53/54) alla XL (61/62), il TR1 è proposto al pubblico a 234 € + IVA, un prezzo che riteniamo un po' alto, vista la migliorabilità del prodotto.

E' evidente che alla fine del nostro lungo test, questo casco ha presentato più di un inconveniente.
Siamo disposti a fornire una prova di appello a questo TR1, e rimaniamo a disposizione di Locatelli qualora volesse sottoporci un altro esemplare da recensire.