Caschi
« back     Data di pubblicazione: 2007-05-16 17:51:08 Stampa questa scheda |
M400 NX
 
Marushin
Azienda:
Marushin
 
Modello:
M400 NX
 
Tipologia:
apribili
 
Prezzo:
178,00 € iva esclusa
 
 
 
 
 
 
 
 

Marushin è un'azienda Giapponese che ha suscitato un grande,grandissimo interesse quando si è affacciata in Europa creando un vero e proprio terremoto nel mercato dei caschi, qui nel vecchio continente.
Sì perchè negli Stati Uniti il terremoto era già passato mentre in Giappone, luogo dell'"epicentro", aveva già avuto inizio già dal lontano 1959.
Ma in cosa consiste questo sisma, dato che quasi tutto sembra essere stato già detto nel mercato di questi accessori?
In una certa combinazione qualità-prezzo in cui il "terzo incomodo" nipponico (ormai non c'è più solo il binomio Arai e Shoei, anche se il segmento è molto diverso) pare essere davvero imbattibile.
Mentre le aziende italiane in questi ultimi anni per i loro prodotti entry level hanno scelto di puntare sul miglioramento e sull'evoluzione delle amaterie plastiche, l'azienda diretta da Watanabe Shin è arrivata dal Giappone con un approccio più da azienda coreana o cinese che da azienda nipponica e ha proposto fibra di vetro (fiberglass) per le calotte di tutta la gamma a prezzi decisamente concorrenziali, unita ad una buona qualità di interni, ad un design spesso vincente e a qualche buona idea coraggiosa.
Si potrebbe pensare che sia finita qui la descrizione di un casco Marushin ma non è così.
L'intera gamma ha avuto un successo incredibile tanto che il solo nominare questo brand ha fatto impennare i click a migliaia su Misterhelmet e decine di visitatori sono andati a scaricare i cataloghi e i listini nell'area dedicata.
E quindi abbiamo chiesto agli importatori Italiani di poter testare i prodotti più rappresentativi della gamma.
L'apribile,per via della mentoniera mobile e delle difficoltà realizzative è spesso il casco di più difficile riuscita.
E noi iniziamo proprio con quello,l'M400 NX.

La presenza della fibra si nota subito prendendolo fra le mani, visto che il peso di una Taglia M è di circa 1600 gr,non male per un apribile, che mediamente pesa qualcosina in più.
Per il resto la calotta ha un design abbastanza tradizionale,vagamente retro, con due sole "concessioni estetiche" consistenti in due modanature in rilievo nella zona laterale e frontale dove sono alloggiate le prese d'aria.
Anche per la verniciatura è stata fatta una scelta tradizionale (c'è una versione argento e una nera opaca) con l'unica eccezione della grafica Tengoku, e la qualità, almeno nell'esemplare in nostro possesso,non presta il fianco a critiche.

Le prese d'aria sono tre: una sul mento, con apertura regolabile in due posizioni molto facile da gestire anche con i guanti e due sulla parte frontale con griglie sempre in evidenza ed aperture molto morbie ma anche leggermente meno precise. Queste ultime le abbiamo trovate un pochino meno efficaci della prima che ci sentiamo di consigliare se c'è bisogno di un flusso maggiore.

Nella zona posteriore, anche due estrattori con doppio spoiler applicato quasi a formare una M. In realtà si tratta di due semplici buchi nella calotta sui quali viene applicato un doppio alettone che rivedremo anche su altri modelli della casa (del resto le economie di scala che tengono bassi i prezzi senza rinunciare alla qualità bisogna pur ottenerle in qualche modo). Il trucco comunque funziona e gli estrattori...estraggono mantenendo la testa e gli interni del casco sempre e comunque asciutti.

Gli interni del M400NX sono ben curati anche esteticamente col loro disegno che ricorda il profilo dell'elmo dei Samurai,sicuramente degni di un prodotto ben superiore al prezzo richiesto per questo giapponese che è ben imbottito,discretamente rivestito e con particolari curati come il doppio paranuca imbottito e la chiusura micrometrica o il rivestimento dove si poggia la bocca, non in plastica ma in un tessuto felpato che dà la sensazione di..."baciare qualcosa di diverso".
Una volta rimossi,gli interni, si rimettono a posto con facilità, e questo fa ben pensare sull'assemblaggio di questo prodotto che almeno da questo punto di vista si pone su un buon livello nei confronti della concorrenza.

La visiera è in Lexan antifog e antiscratch ed è una delle più facili da smontare che ci sia mai capitato di provare. E' sufficiente schiacciare contemporaneamente i due pulsanti neri del meccanismo per ritrovarcela fra le mani. Forse, ed è la prima volta che diciamo una cosa del genere, è davvero troppo veloce e troppo facile da tirar via...non vorremmo che questo possa rivelarsi rischioso qualora il pilota si trovi a premere inavvertitamente entrambi i lati del visore...ma alla fine pensiamo sia una eventualità alquanto remota.
Una volta indossato la sensazione è buona con un unica sorpresa: il meccanismo di sollevamento della mentoniera si apre agevolmente con una mano sola e tutto scorre senza difficoltà ma una volta riabbassata la stessa si sente una certa differenza di pressione sulle tempie,maggiore di quella che si aveva prima di aprirla.
Col passare dei minuti la stessa si attenua e tutto torna alla normalità. Niente di eccezionale o di insopportabile ma è comunque una sensazione strana, mai provata indossando un casco apribile.
Per il resto, durante la guida, non è stata rilevata nessuna rumorosità degna di nota e tutto è filato assolutamente liscio (a parte qualche appannamento della visiera) nonostante i nostri ultimi giorni di test siano coincisi con l'inizio delle pioggie torrenziali che si spera possano salvare la nostra penisola dalla siccità incombente.

Alla fine quello che conta è che il casco è promosso e che la posizione che prende nella fascia di prezzo è decisamente più bassa dei contenuti che offre.
178€ + iva (circa 215€ iva inclusa) sono un prezzo più che conveniente per un prodotto che va ad insidiare, prendendosi più di qualche soddisfazione, prodotti ben più blasonati.