« back     Data di pubblicazione: 27 giugno 2018 Stampa questa scheda |
Superbike, Donington: Ancora VDMark, poi Razgatlioglu e Rea! Ducati annullate e lontane!
Superbike, Donington: Ancora VDMark, poi Razgatlioglu e Rea! Ducati annullate e lontane!
Gara 2 a Donington Park è un assolo diverso.
Tornano momentaneamente competitive le Yamaha che moderano le Kawasaki anche se al atraguardo di Yamaha va forte solo quella di VDMark mentre fra gli uomini in verde si affaccia Razgatlioglu, privato sul podio, davanti ad un Rea per il quale 64 punti di vantaggio in classifica generale, sono più che convincenti per non rischiare troppo e rafforzare la leadership.
Annullate come 2 francobolli, invece, le Ducati, ufficiali e non.
Davies fatica, Melandri finisce fuori dalla top ten e Rinaldi dimostra che un conto sono le piste di casa, altra cosa, quelle più fredde. Il mondiale così non si vince... e non si fa nemmeno bella figura.

Cronaca della gara
Al via va forte Savadori ma in bagarre l'italiano perder il filo e le Yamaha passano in testa.
Seguono Rea, Sykes, Rasgatlioglu, Baz e le Ducati di Davies e Melandri che lottano fra loro e con Camier.
Meno 15 e Le Yamaha in qualche modo tengono mentre Savadori cede a Rea che fa 2 giri veloci consecutivi e vuole le Yamaha.
Savadori cede anche a Razgaglioglu.
Gocce di pioggia a meno 11 e Rea si libera subito di VDMark con Davies che invece, dalle retrovie, inizia a spingere...è sesto.
Gli ultimi giri vedono Rea all'attacco di Lowes e Razgatlioglu che passa Savadori il quale cede entro breve anche a Davies.
A meno 6 Lowes cede a Rea e poi deve lottare con VDMark.
Stesso passaggio e Lowes si riprende la leadership. Alla fine sono in 4 perché il duello ha favorito l'arrivo del turco.
A meno 4 dal termine Razgatlioglu si libera di Lowes e guarda alle posizioni di Rea e VDMark.
Ultimo giro e il turco passa Re e finisce così.

VDMark, Razgatlioglu, Rea, Lowes, Davies, Sykes, Savadori, Camier, Torres, Baz

VDmark
Seconda gara di seguito al top, senza casini e altre sorprese.
Nella speranza che sia finalmente tornato, aspettiamo conferme.
Voto 10

Razgatlioglu
il turco è un gran talento, va sul podio ed ha già un contratto con il suo team per l'anno prossimo.
Anche per lui servono comferme.
Voto 9,5

Rea
Lotta per un po' e poi capisce che per vincere dovrebbe rischiare troppo. Eì più comodo chiudere con quasi un round e mezzo di vantaggio sul resto del gruppo.
Voto 8

Lowes
Tiene duro per un po' e se la gioca anche con Rea, poi crolla...
Voto 7,5

Davies
Sconfitta anche oggi. Nella gara di casa Davies fa fatica, e il recupero nel finala non basta per la promozione. Non è così che si vince il mondiale, e nemmeno che si lotta per essere un contendente credibile.
Voto 5

Sykes
Ok le difficoltà Kawasaki ma così è troppo... O forse è giusto così, e noi non ci siamo ancora abituati.
Voto 6

Savadori
Savadori fa con l'ormai vetusta Aprilia, quello che può.
E a volta va anche oltre, rischiando del suo.
Voto 6,5

Camier
Torna e anche lui fa il possibile. Ma sempre un qualcosa in costruzione, la Honda, che poi non viene costruita mai...
Voto 6,5

Torres
Con la MV a rubinetti chiusi, chiude anche lui in top ten.
La riduzione a comprimari per una casa così titolata, è disonorevole.
Voto 6

Baz
I progressi arrivano seppur con molta calma.
Peccato perché qualifiche e gara lasciavano ben altri presupposti.
Voto 6
 
Fonte: Misterhelmet Gianluigi Ragno